Prof. Massimo Paradiso

FotoÈ professore ordinario di Diritto privato presso il Dipartimento di Giurisprudenza di Catania.
Laureato con lode nel 1972 presso la Facoltà di Giurisprudenza di Catania; borsista e poi assistente di ruolo di Istituzioni di diritto privato dal 1975, è stato borsista nella Repubblica Federale Tedesca nel 1978. Incaricato di insegnamento dal 1978, professore associato dal 1982 e straordinario di Istituzioni di diritto privato presso la Facoltà di Economia dal 1986; dal 1997 è ordinario della stessa materia presso il Dipartimento di Giurisprudenza di Catania. Ha altresì tenuto per supplenza, per diversi anni, gli insegnamenti di Istituzioni di diritto privato, Diritto ambientale e Diritto agrario presso la Facoltà di Economia e la Facoltà di Scienze di Catania e presso la Facoltà di Giurisprudenza della Lumsa (Palermo). Ha svolto attività di insegnamento nel Corso di Laurea Specialistica in Jus Commune dell’Unione europea, e tenuto seminari presso le Università di Rio de Janeiro e di Sao Paulo del Brasile, l’Accademia Russa delle Scienze di Mosca, l’Università Pompeu Fabra e la Facoltà di Giurisprudenza della SADE (Escuela Superior de Administración y Dirección de Empresas) dell’Università Ramon Llull di Barcellona.
Docente, e già Coordinatore, dei Dottorati di ricerca in Diritto privato dell’economia e in Diritto privato, è affidatario del corso su Proprietà e diritti reali presso la “Scuola di Specializzazione per le Professioni legali” dell’Università di Catania. Iscritto all’Albo degli Avvocati, è condirettore o referee delle Collane Studi di diritto privato e Diritto e processo, nonché delle Riviste Nuova giurisprudenza civile commentata, Danno e responsabilità, Diritto e processo, Rivista di diritto delle successioni e della famiglia. Componente del Nucleo di valutazione dell’Università di Catania fino al 2012, è stato membro della Commissione ministeriale sul diritto allo studio e la condizione studentesca, ha ricoperto la carica di presidente dell’Opera universitaria di Catania.
La sua produzione scientifica annovera otto studi monografici e circa ottanta articoli.